Panorama di Bagheria

Rilanciati i patti di collaborazione per l’amministrazione condivisa dei beni comuni: partiti tre nuovi patti

L’amministrazione comunale rilancia le attività legate ai patti di collaborazione per la cura dei beni comuni secondo i principi dell’amministrazione condivisa. 
Nei giorni scorsi il Comune di Bagheria ha siglato tre patti di collaborazione che da proposta si sono trasformati in patti concreti. Si tratta del patto relativo alla cura dell’area dell’arco del Padreterno, Piazza Butera progetto “O Chiano” e la villetta di Piazza Aguglia. 
Il primo patto presentato da Salvatore Tripoli, rappresentante del gruppo informale di cittadini volontari ha presentato all’amministrazione comunale un patto di collaborazione per la “riqualificazione sociale dell’“Arco del Padreterno”, da svolgere appunto nei confronti del monumento e sull’area adiacente l’Arco, con lo scopo di realizzare interventi ed attività che si possono riassumere in: costante attenzione atta a evitare che si perpetuino atti vandalici nei confronti del monumento; far sì che l’area circostante non diventi deposito di rifiuti abbandonati e ricettacolo di spazzatura, provvedendo al mantenimento del decoro e pulizia dello spazio antistante; rivalutazione  delle aree limitrofe promuovendo iniziative di tipo ricreative, culturali e gastronomiche, con il coinvolgimento delle attività commerciali della zona al fine di rafforzare la consapevolezza collettiva dell’importanza del monumento quale bene comune di cui riappropriarsi, custodire e difendere.
Il secondo patto riguarda la riqualificazione di Piazza Butera progetto “O Chiano” presentata dal signor Pietro  Lo Buglio, quale rappresentante dell’associazione RIES. Il patto pone costante attenzione per evitare che possano perpetrarsi atti vandalici nei confronti di arredi, giochi per bambini ed elementi presenti nella villetta; a far sì che l’area non diventi deposito di rifiuti abbandonati e ricettacolo di spazzatura, provvedendo al mantenimento del decoro e pulizia degli spazi; a rivalutare l’area come luogo di svago per i minori collocando giochi e giostrine per bambini e postazioni per il bike sharing e dove anziani e disabili possano trascorrere il tempo libero; organizzazione di sagre legate alla tradizione bagherese, iniziative eno-gastronomiche ed eventi culturali, musicali e teatrali, proiezioni di film, nonché momenti di incontro e celebrazioni religiose, con il coinvolgimento delle associazioni di quartiere e cittadine al fine di rafforzare la consapevolezza collettiva dell’importanza degli spazi significativi della città di cui bisogna riappropriarsi, custodire e difendere.
Il terzo patto avanzata è presentato dalla società “Oriente Express s.r.l.”  che propone un patto per la villetta di Piazza Aguglia anche in questo caso con lo scopo di realizzare interventi ed attività che si possono riassumere in: controllo dell’area affinché non diventi deposito di rifiuti abbandonati e ricettacolo di spazzatura, provvedendo al mantenimento del decoro e pulizia degli spazi, manutenzione del verde e sistemazione della pavimentazione; collocazione di arredi mobili –pedana in legno, tavoli alti e sgabelli, ombrelloni, panchine e attrezzature per bambini su pavimentazione in materiale anti trauma-; ripristino della recinzione con varchi apribili in orari prestabiliti; organizzazione di attività ed eventi di aggregazione ludici, ricreativi, artistici e culturali durante la bella stagione, con coinvolgimento della cittadinanza. 
I patti sono pubblicati all’albo pretorio on line e nell’apposito sezione dedicata ai progetti di Amministrazione condivisa presenti sul sito web comunale. 

UN PO’ DI STORIA
I processi dell’amministrazione condivisa si basano sull’articolo 118, comma 4, della Costituzione che favorisce il compito di favorire iniziative dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale. Con deliberazione del Consiglio Comunale n. 18 del 19/04/2018 il comune di Bagheria aveva  approvato il Regolamento sulla collaborazione tra cittadini ed amministrazione per la cura, la rigenerazione e la gestione in forma condivisa dei beni comuni urbani. Con Determinazione n. 11 del 02/07/2018 il Segretario Generale pro-tempore aveva approvato un Avviso pubblico per la formulazione, da parte di cittadini, di proposte di collaborazione con l’amministrazione per la cura, la rigenerazione e la gestione condivisa dei beni comuni urbani. 

Infine il Consiglio comunale con la delibera n. 11 del 26 febbraio 2019, ha approvato il nuovo regolamento per la disciplina dell’utilizzo dei beni confiscati alla criminalità organizzata, nel quale all’art. 27 comma 2 è previsto che: “i beni confiscati, nel rispetto delle vigenti disposizioni normative, possono formare oggetto di amministrazione condivisa secondo quanto previsto dal regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura, la rigenerazione e la gestione in forma condivisa dei beni comuni urbani”.

Chiunque voglia proporre un patto per la cura di un bene comune, materiale o immateriale della Città di Bagheria trova tutte le informazioni nell’apposita sezione del sito web comunale dedicata. 

Marina Mancini
ufficio sampa

Visite: 371

Codice fiscale: 81000170829 - Partita IVA: 00596290825
Centralino: 091943200 / 091943300
Dichiarazione di accessibilità

Privacy policy - Pubblicità legale - Note legali

La gestione e l'aggiornamento quotidiano del sito è coordinata dall'Ufficio stampa comunale ufficio.stampa@comune.bagheria.pa.it

Responsabile del procedimento di pubblicazione dei contenuti: Marina Mancini m.mancini@comune.bagheria.pa.it