Panorama di Bagheria

L’amministrazione approva il progetto “Insieme è più bello!” per la realizzazione di due parchi gioco inclusivi nelle aree interne di piazza Butera e villa San Cataldo

La giunta municipale del Comune di Bagheria, coon la delibera n. 92 del 21 aprile 2021,  ha approvato il progetto “Insieme è più bello! Realizzazione di due parchi gioco inclusivi nelle aree interne di piazza Butera e villa San Cataldo”.
L’amministrazione ha stabilito di investire parte dei contributi assegnati alla Regione Sicilia per gli anni 2020-2023, per investimenti in infrastrutture sociali e tra queste nella realizzazione di due parchi gioco inclusivi nelle aree interne di piazza Butera e villa San Cataldo.
«Per chi amministra deve essere una priorità il diritto di tutti i bambini di partecipare pienamente alla vita culturale ed artistica della città» – dice il sindaco Filippo Maria Tripoli – «per questo motivo occorre disporre di servizi che possano dare uguali opportunità a tutti per le attività ricreative e di tempo libero, favorendo la socializzazione inclusiva».
I parchi saranno dotati di attrezzature utilizzabili da utenti con diverse abilità, senza escludere i bambini con disabilità fisiche o sensoriali. I parchi giochi inclusivi consentono l’abbattimento delle barriere architettoniche mediante rampe di accesso, percorsi per bambini ipovedenti, percorsi tattili, vasche rialzate per l’orticoltura, scivoli a doppia pista, tutto studiato per consentire ai piccoli con diverse abilità di giocare ed imparare assieme ai propri amici, fratelli e genitori, come è riportato nella Relazione Generale della proposta progettuale.

Il progetto, elaborato dagli architetti Lidia Cuffaro e Antonino Zarcone, ha a disposizione un importo di 62.190,25 euro per la sua realizzazione, e si rifà alla Convenzione ONU sui diritti del bambino.
In Italia non esiste ancora una specifica normativa sul tema dei parchi gioco inclusivi, ma questa iniziativa mira a trovare delle soluzioni per i bambini del territorio.
Sono state scelte strategicamente le aree interne di piazza Butera e villa San Cataldo in quanto già luoghi di aggregazione sociale.
In particolar mondo Villa San Cataldo, specie durante il periodo del lockdown totale, era stata messa a disposizione delle famiglie con figli diversamente abili: con questo progetto, la villa continua il percorso di prossimità con queste famiglie.

«Questa iniziativa può rappresentare una buona occasione di inclusione sociale per la città di Bagheria e le sue famiglie» – dice l’assessore alle Politiche Sociali e la Famiglia, Emanuele Tornatore – «un altro grande passo verso la giustizia sociale e le uguali opportunità».

Adesso il progetto verrà presentato per poter partecipare all’assegnazione di contributi per infrastrutture sociali come previsto dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 luglio 2020. Il decreto prevede un contributo totale  di 75 milioni di euro, per ciascuno degli anni dal 2020 al 2023, ai comuni situati nel territorio delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, da destinare a investimenti in
infrastrutture sociali. 
Al comune di Bagheria, per ciascun anno, vengono destinati fondi per € 62.190,25 con scadenza 30 settembre di ogni anno ad esclusione del 2020 in cui la scadenza è pari a mesi 9 dalla pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale avvenuta in data 2 ottobre 2020 al n. 244.

Anna Negri (tirocinante ufficio stampa)
Marina Mancini (capo ufficio stampa)

ALLEGATI
Ultimo aggiornamento: 28/04/2021

Visite: 154

Codice fiscale: 81000170829 - Partita IVA: 00596290825
Centralino: 091943200 / 091943300
Dichiarazione di accessibilità

Privacy policy - Pubblicità legale - Note legali

La gestione e l'aggiornamento quotidiano del sito è coordinata dall'Ufficio stampa comunale ufficio.stampa@comune.bagheria.pa.it

Responsabile del procedimento di pubblicazione dei contenuti: Marina Mancini m.mancini@comune.bagheria.pa.it