Il familiare non comunitario di primo grado, di un cittadino dell’Unione, ha diritto a richiedere la Carta di soggiorno alla Questura del luogo di domicilio. Il diritto è esteso anche al familiare di primo grado del coniuge di cittadino dell’Unione.

La carta di soggiorno dal momento del suo rilascio ha una validità di 5 anni.
Il familiare del cittadino dell’Unione acquisisce diritto di soggiorno permanente dopo 5 anni di regolare soggiorno sul territorio nazionale.

A chi è rivolto

La possono chiedere solo alcune categorie di persone:

  • coniuge del comunitario;
  • partner del comunitario che abbia contratto un’unione valida per legge;
  • genitori a carico della persona cittadina comunitaria e del coniuge o partner (indipendentemente dalla nazionalità);
  • figli con meno di 21 anni o a carico della persona cittadina comunitaria e del coniuge o partner (indipendentemente dalla nazionalità);
  • ai familiari di primo grado del coniuge di cittadino dell’Unione.

Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda

La richiesta di Carta di Soggiorno si presenta alla Questura competente per domicilio.
È possibile avere informazioni o la preistruttoria della pratica presso l’ufficio Immigrazione tel, 091.943252 – Aire: 091.943210

Documenti da presentare

  • passaporto o documento equivalente in corso di validità;
  • documenti che attestano la qualità di familiare (se necessario debitamente tradotti e legalizzati. Questi documenti non sono necessari in caso si sia in possesso di visto d’ingresso per famiglia o turismo con annotazione della parentela con cittadino UE);
  • documentazione riguardo la residenza del familiare non comunitario (ove non ancora residenti è sufficiente l’attestato della richiesta d’iscrizione anagrafica);
  • documentazione riguardo l’alloggio nel quale il familiare risiederà;
  • documentazione economica riguardante le risorse economiche del familiare cittadino dell’Unione;
  • n.4 fototessere.

Dove andare

 
Ufficio Immigrazione
– lunedì e venerdì 9.00 – 12.30 
– mercoledì e giovedì 15.30 – 18.30 
– martedì e giovedì chiuso al pubblico