Verso L’unita’ – Gli Ultimi Sindaci Borbonici di Bagheria di Nicola Previteri

Le prime luci del 3 luglio 1849 trovarono Bagheria ancora sveglia.

Le lunghe ore della notte erano trascorse nella incredulità e nello sgomento. Chi mai aveva osato stroncare la vita dell’Uomo che per più di un decennio l’aveva governata saggiamente?

Il popolo era accorso a frotte a rendere omaggio al suo sindaco, don Gesualdo Pittalà, e al povero don Giuseppe Ciraulo, colpevole quest’ultimo, soltanto di essersi trovato lì per ragioni di lavoro, e ora, all’alba, la gente indugiava ancora sul luogo del grave delitto…

…Non ancora quanto vorremmo ma certo qualcosa di più su quel secolo che è veramente quello che ci ha visto nascere  come comunità, con i suoi caratteri più netti…..”Credo che dovremo leggere questo e altri libri sull’ottocento, sapendo che non si parla di storia ma della generazione del nonno e del bisnonno dei nostri, di gente nata ai primi o negli anni 20-30 dell’800. Siamo quasi noi, è la nostra identità che si sta formando. Sono le nostre radici non lontanissime…

dalla premessa del Prof. Antonino Morreale

Assessorato ai BB.CC. del Comune di Bagheria – Anno 2001 – Pagine 316

ALLEGATI
Ultimo aggiornamento: 11/10/2021