GIARDINA Giacomo (Godrano 1904 – Bagheria 1994)

Con alcune poesie del poeta-pecoraio in stile futurista, e fac-simili di lettere a lui inviate da Marinetti e Guttuso. L’opera in versi che rende famoso nel 1931 l’Autore è “Quand’ero pecoraio” con una prefazione di F. T. Marinetti.

Palermo, Edizioni Centro Cultura –  Prima edizione Anno 1971  – Pagine 26.

ALLEGATI
Ultimo aggiornamento: 24/02/2022