Servizio Tributi

(ICI – TARSU – TOSAP – PUBBLICITA’ – AFFISSIONI – SPORTELLO CATASTALE)

Per ricevere informazioni:

per la TARSU (tassa rifiuti solidi urbani) 091.94 33 28 opp. 091.94 33 03

per l’ICI (imposta comunale sugli immobili) 091.94 33 24 opp. 091.94 32 88

per la TOSAP (tassa occupazione e spazi suolo pubblico) 091. 94 32 67 opp. 091. 94 33 71 (anche fax)

L’ufficio Tributi si trova al Palazzo Comunale in Corso Umberto I, ingresso da Villetta Ugdulena.

Ricevimento:

Lunedi e Martedì dalle ore 10.00 alle ore 13.00

Mercoledì dalle ore 16.00 alle ore 18.00

Il Funzionario Responsabile: 
Sig.ra Zizzo Giovanna
Tel. 091 94 31 11       Indirizzo di posta elettronica certificata ufficiotributi@postecert.it

Responsabile I.C.I.:
Sig. Bartolone Piero
Tel. 091 94 33 24

Sig.ra Guagliardo M.Teresa
tel. 091 94 32 88

Responsabile TARSU
dott.ssa Maria Teresa Marino
tel. 091.943303

Sig.ra Caterina Bartolone
tel. 091.943323

TOSAP-IMPOSTA SULLA PUBBLICITA’:
Responsabile Rag. Testa Isidoro
Tel. 091 94 33 71

Fax Ufficio TARSU: 091 94 32 93
Fax Ufficio I.C.I.: 091 94 32 91
fax Ufficio TOSAP: 091 94 3267

I consulenti, previo appuntamento, si ricevono il Mercoledì dalle ore 09.00 alle ore 13.00





TUTTA LA MODULISTICA DELL’UFFICIO TRIBUTI LA TROVI QUI

 





TARIFFE E ALIQUOTE PER IMPOSTE E TASSE COMUNALI

TARIFFE PER LE OCCUPAZIONI PERMANENTI IN VIGORE DAL 2013 DELIBERA N.187/2013

TARIFFE ICP imposta di pubblicità- Diritto di pubbliche affissioni dal 2004 al 2013

 


  

TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI

TUTTE LE ESENZIONI E LE RIDUZIONI

Modulo Ab/.1 -Modulo relativo a richieste per (iscrizione a ruolo) per quanto riguarda le abitazioni.

Modulo Ab/.2 -Modulo per richieste relative a (cessazioni) per quanto riguarda immobili per usi abitativi

Modulo Ab/.3- Modulo relativo a richieste per variazioni (subentro) per quanto riguarda le abitazioni.

Modulo Ab/.4 -Modulo relativo a richieste per variazioni, (cambio domicilio) per quanto riguarda le abitazioni.

Modulo Ab/.5 -Modulo relativo a richieste per ( sgravi) per quanto riguarda le abitazioni.

Modulo Ab/.6- Modulo relativo a richieste per (riduzione) dal pagamento del tributo per quanto riguarda le abitazioni.

Modulo Ab/.7- Modulo relativo a richieste per (esenzione) dal pagamento del tributo per quanto riguarda le abitazioni.

Modulo Ab/.8-Modulo relativo a richieste per (rettifica e/o annullamento) dal pagamento del tributo per quanto riguarda le abitazioni.

Modulo Com/.1 Modulo relativo a richieste per (iscrizione a ruolo) ,per quanto riguarda le attività commerciali.

Modulo Com/.2 Modulo relativo a richieste per (cessazioni), per quanto riguarda le attività commerciali

Modulo Com/.3 Modulo relativo a richieste per (subentro), per quanto riguarda le attività commerciali

Modulo Com/.4 Modulo relativo a richieste per (variazioni/trasferimento di sede), per quanto riguarda le attività commerciali

 

CHI DEVE PAGARE

L’applicazione del tributo è disciplinata dal D.L.vo 507/1993 e successive modifiche ed integrazioni.

La tassa è dovuta da chiunque occupa o uti lizza locali e aree scoperte adibiti a qualsiasi uso (sono escluse le aree comuni del con dominio, le aree scoperte di pertinenza o accessorie di abitazioni civili, le aree a verde).

Sono quindi tenuti al pagamento tutti coloro che usano o hanno a disposizione una casa, un negozio o qualsiasi immobile, o chiunque usufruisca di un’occupazione di suolo pubblico.

 

DICHIARAZIONE VARIAZIONE IMU-TASI: SCADONO IL 30 GIUGNO 2015 I TERMINI PER PRESENTARE I MODULI

 

ICI 2011

Il Consiglio dei Ministri ha approvato, con Decreto del 21/5/2008, l’abolizione dell’ICI sulla prima casa.
Il taglio è entrato in vigore dal primo acconto di giugno 2008 e riguarda anche le pertinenze dell’abitazione principale (garage, cantina, box auto, ecc. limitatamente ad una sola pertinenza). 
Restano esclusi dallo sgravio gli immobili di categoria A1, A8 e A9 per le quali si continua ad applicare l’aliquota del 5 per mille e la detrazione comunale pari ad € 103,29.
L’esenzione dell’imposta va estesa anche alle abitazioni assimilate alle prime case dal regolamento comunale vigente (immobili concessi in comodato d’uso gratuito a parenti ed affini entro il prima grado e da questi utilizzati come abitazione principale ed ivi anagraficamente residenti; unità immobiliari possedute da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituto di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che le stesse non risultino locate).
Sono altresì esenti da ICI le abitazioni di proprietà del coniuge non assegnatario (nel caso in cui lo stesso non possieda l’abitazione principale nello stesso comune ove è situata l’ex abitazione coniugale) e gli alloggi appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari.

L’imposta è dovuta per tutte le altre tipologie di immobili:
- aliquota per altri fabbricati 7 per mille;
- aliquota per aree fabbricabili 7 per mille;
- aliquota per terreni agricoli 6,5 per mille.

I bollettini di versamento, da effettuare sul C/C 51042372 intestato a Comune di Bagheria – Servizio Riscossione ICI entro il 16/6/2011 per la rata di acconto ed entro il 16/12/2011 per la rata a saldo, sono a disposizione presso l’Ufficio Tributi Comunale il quale è a disposizione per ulteriori chiarimenti ai seguenti numeri:

091/943288
091/943289
091/943324
091/943296

ICI 2010

Il Consiglio dei Ministri ha approvato, con Decreto del 21/5/2008, l’abolizione dell’ICI sulla prima casa.
Il taglio è entrato in vigore dal primo acconto di giugno 2008 e riguarda anche le pertinenze dell’abitazione principale (garage, cantina, box auto, ecc. limitatamente ad una sola pertinenza). 
Restano esclusi dallo sgravio gli immobili di categoria A1, A8 e A9 per le quali si continua ad applicare l’aliquota del 5 per mille e la detrazione comunale pari ad € 103,29.
L’esenzione dell’imposta va estesa anche alle abitazioni assimilate alle prime case dal regolamento comunale vigente (immobili concessi in comodato d’uso gratuito a parenti ed affini entro il prima grado e da questi utilizzati come abitazione principale ed ivi anagraficamente residenti; unità immobiliari possedute da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituto di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che le stesse non risultino locate).
Sono altresì esenti da ICI le abitazioni di proprietà del coniuge non assegnatario (nel caso in cui lo stesso non possieda l’abitazione principale nello stesso comune ove è situata l’ex abitazione coniugale) e gli alloggi appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari.

L’imposta è dovuta per tutte le altre tipologie di immobili:
- aliquota per altri fabbricati 7 per mille;
- aliquota per aree fabbricabili 7 per mille;
- aliquota per terreni agricoli 6,5 per mille.

I bollettini di versamento, da effettuare sul C/C 51042372 intestato a Comune di Bagheria – Servizio Riscossione ICI entro il 16/6/2010 per la rata di acconto ed entro il 16/12/2010 per la rata a saldo, sono a disposizione presso l’Ufficio Tributi Comunale il quale è a disposizione per ulteriori chiarimenti ai seguenti numeri:

091/943288
091/943289
091/943324
091/943296

 

ICI 2009 
Come è noto il nuovo Governo ha stabilito l’abolizione dell’ICI imposta comunale sugli immobili sulla prima casa, con decreto del Consiglio dei Ministri del 21 maggio 208.

Il taglio dell’ICI riguarda non solo l’abitazione principale ma anche le sue pertinenze, vale a dire garage, cantine, box auto, solo su una delle pertinenze a scelta.

Restano esclusi dallo sgravio gli immobili che, come si evince da certificato catastale, appartengono alla categoria A1, A8 e A9 per le quali si continua ad applicare l’aliquota del 5 per mille con una detrazione comunale ad euro 103,29.

L’ufficio tributi inoltre informa che l’esenzione dell’imposta va estesa anche alle abitazioni assimilate alle prime case dal regolamento comunale vigente ed in particolare: immobili concessi in comodato d’uso gratuito a parenti ed affini entro il primo grado e da questi utilizzati come abitazioni principali ed ivi residenti; unità immobiliari possedute da anziani o disabili che acquisiscono la residenza presso un istituto di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che esse non siano locate).

Sono esenti dal pagamento dell’ICI anche le abitazioni di proprietà del coniuge non assegnatario (nel caso in cui questi non possegga abitazione principale nello stesso comune ove è situata l’ex abitazione coniugale) e gli alloggi appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari.

L’imposta dovuta per tutte le altre tipologie è la seguente:

aliquota per altri fabbricati 7 per mille; 
aliquota per aree fabbricabili 7 per mille; 
aliquota per terreni agricoli 6.5 per mille. 
I bollettini di versamento, da effettuare sul conto corrente 51042372 devono essere intestati a Comune di Bagheria – servizio Riscossione ICI entro il 16/06/2008 per la rata di accolto ed entro il 16/12/2008 per la rata di saldo.

I bollettini sono disponibili presso l’ufficio tributi del Comune in corso Umberto I, n. 165.

L’ufficio per qualsiasi chiarimento risponde ai seguenti numeri telefonici:

091.94 32 88 – 091.94 32 89 – 091.94 33 24 – 091.94 32 96

I.C.I. 2008 
Come è noto il nuovo Governo ha stabilito l’abolizione dell’ICI imposta comunale sugli immobili sulla prima casa, con decreto del Consiglio dei Ministri del 21 maggio scorso.

l taglio dell’ICI entra in vigore già dal primo acconto di giugno e riguarda non solo l’abitazione principale ma anche le sue pertinenze, vale a dire garage, cantine, box auto, solo su una delle pertinenze a scelta.

Restano esclusi dallo sgravio gli immobili che, come si evince da certificato catastale, appartengono alla categoria A1, A8 e A9 per le quali si continua ad applicare l’aliquota del 5 per mille con una detrazione comunale ad euro 103,29.

L’ufficio tributi inoltre informa che l’esenzione dell’imposta va estesa anche alle abitazioni assimilate alle prime case dal regolamento comunale vigente ed in particolare: immobili concessi in comodato d’uso gratuito a parenti ed affini entro il primo grado e da questi utilizzati come abitazioni principali ed ivi residenti; unità immobiliari possedute da anziani o disabili che acquisiscono la residenza presso un istituto di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che esse non siano locate).

Sono esenti dal pagamento dell’ICI anche le abitazioni di proprietà del coniuge non assegnatario (nel caso in cui questi non possegga abitazione principale nello stesso comune ove è situata l’ex abitazione coniugale) e gli alloggi appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari.

aliquota per altri fabbricati 7 per mille 
aliquota per aree fabbricabili 7 per mille; 
aliquota per terreni agricoli 6.5 per mille. 
I bollettini di versamento, da effettuare sul conto corrente 51042372 devono essere intestati a Comune di Bagheria – servizio Riscossione ICI entro il 16/06/2008 per la rata di accolto ed entro il 16/12/2008 per la rata di saldo.

I bollettini sono disponibili presso l’ufficio tributi del Comune in corso Umberto I, n. 165.

L’ufficio per qualsiasi chiarimento risponde ai seguenti numeri telefonici:

091.94 32 88 – 091.94 32 89 – 091.94 33 24 – 091.94 32 96

I.C.I. 2007

ALIQUOTA ORDINARIA 7,00 PER MILLE 
ALIQUOTA PER TERRENI AGRICOLI 6,50 PER MILLE 
ALIQUOTA PER AREE FABBRICABILI 7,00 PER MILLE 
ALIQUOTA PER ABITAZIONE PRINCIPALE 5,00 PER MILLE 
DETRAZIONE PER L’ABITAZIONE PRINCIPALE EURO 103,29 
DETRAZIONE PER ABITAZIONE PRINCIPALE PER NUCLEI FAMILIARI CON ALL’INTERNO SOGGETTI PORTATORI DI HANDICAP AI SENSI DELLA LEGGE 104/92 EURO 129,11 
I.C.I. 2006 
ABITAZ. PRINCIPALI ED EQUIPARATE-PERTINENZE 5,00 PER MILLE 
ALTRI FABBRICATI 7,00 PER MILLE 
AREE FABBRICABILI 7,00 PER MILLE 
TERRENI AGRICOLI 6,50 PER MILLE 
I.C.I. 2005 
ABITAZ. PRINCIPALI ED EQUIPARATE-PERTINENZE 4,50 PER MILLE 
ALTRI FABBRICATI 6,50 PER MILLE 
AREE FABBRICABILI 6,50 PER MILLE 
TERRENI AGRICOLI ESENTI 
TARSU 2006

Aumento del 10% delle tariffe anno 2005 con la riduzione dl 30% ai nuclei familiari con all’interno soggetti portatori di handicap

TOSAP PERMANENTE CONFERMA TARIFFE 2005 
TOSAP TEMPORANEA AUMENTO 10% SU TARIFFE 2005 
PUBBLICITA’ CONFERMA TARIFFE 2005 
P.AFFISIONI AUMENTO 10% SU TARIFFE 2005 
TARSU 2005 
ABITAZIONI/PERTINENZE EURO 1,63 AL MQ 
UFF./STUDI EURO3,04 “ 
NEGOZI EURO 4,06 “ 
LOCANDE/ALBERGHI EURO 3,25 “ 
ASSOCIAZIONI EURO 1,53 “ 
EDICOLE/CHIOSCHI EURO 3,65 “ 
OPIFICI EURO 2,04 “ 
CINEMA/TEATRO/SALE EURO 1,67 “ 
CONVITTI/SCUOLE EURO 1,22 “

Ai nuclei familiari con all’interno soggetti portatori di Handicap verrà riconosciuta UNA RIDUZIONE D’IMPOSTA PARI AL 30%

Detrazione abitazione principale euro 103,29

Detrazione abitazione principale nuclei familiari con p.handicap euro 129,11

Abitazione principale con proprietari uomini 65 anni, donne 60 anni, con reddito annuo dell’intero nucleo familiare non superiore a euro 7.500,00, la detrazione ici per abitaz. principale e’ pari a euro 129,11

 

IMU

Guida all’IMU per il cittadino

Calcolo IMU

 

Saldo Imu 2012: queste le aliquote

L’ufficio Tributi comunica che per il saldo 2012 dell’IMU si applicheranno le aliquote previste dall’articolo 13 del decreto legge Salva Italia n. 201/2011 poiche’ il Comune non ha deliberato, entro i termini previsti, in materia di regolamento ed aliquote.
Specificatamente verranno applicate le seguenti aliquote:

0,4% per abitazione principale e relative pertinenze
0,2% per fabbricati
rurali ad uso strumentale
0,76% per altri immobili