gas presentazione

Il presidente: Michelangelo Speciale – tel. 327.6860805

Come funziona

Il Gruppo di Acquisto Solidale GAS.BA è un’associazione senza fini di lucro formato da persone che decidono di incontrarsi per acquistare direttamente dai produttori generi di uso comune, alimentari e non, che ridistribuiscono fra loro.

Il GAS ha l’obiettivo di praticare metodi di acquisto e di consumo “consapevoli” e “solidali” ovvero:

• rispettosi dell’ambiente attraverso la scelta di prodotti biologici e “locali” per minimizzare l’impatto ambientale causato da imballaggi, trasporti, sprechi e rifiuti

• solidali verso i produttori, mediante l’instaurarsi di rapporti diretti e trasparenti , per valorizzarne il lavoro e il ruolo di “custodi” del patrimonio agricolo e ambientale.

Attraverso il “consumo consapevole” si mettono in pratica azioni di solidarietà che coinvolgono la sfera dei diritti globali:

• diritto alla salute e all’ambiente

• diritto a disporre di beni e servizi di qualità al giusto prezzo

• diritto ad un lavoro remunerato correttamente

Il principio di solidarietà e di riconoscimento dei diritti di tutti si scontra con le pratiche prevalenti nell’attuale tipo di economia. Queste pratiche sono dominanti e, per contrastarle, occorre uno sforzo di pensiero e di azione:

• in nome delle leggi del mercato i prezzi variano senza un motivo concreto, ma solo in funzione dei rapporti di forza delle lobbies finanziarie

• in nome del profitto si distruggono risorse naturali e si deroga al riconoscimento dei diritti dei lavoratori e dei consumatori

• in nome del denaro si creano falsi sviluppi che distruggono il pianeta e che impoveriscono gli strati sociali più deboli

Il G.A.S. intende usare le proprie risorse per contrastare le pratiche dominanti ed attuare comportamenti ed azioni tesi a costruire un nuovo modello di economia indipendente e alternativo alle leggi del “mercato” e del “profitto”.

 

GLI STRUMENTI

Lo strumento per la costruzione di una nuova economia è la coproduzione, ovvero la definizione di un PATTO tra produttori e consumatori basato su:

• il riconoscimento di pari dignità e di reciproco rispetto

• la trasparenza dei bisogni sia dei produttori sia dei consumatori, nonché dei metodi di produzione.

Il primo passo (prerequisito) del percorso della trasparenza è che il produttore dimostri di avere la documentazione di un ente certificatore che attesti che i prodotti forniti al G.A.S. provengano da agricoltura biologica o in conversione

• la definizione di un prezzo indipendente dai valori di “mercato”, soddisfacente per entrambi e verificabile nel tempo sempre in accordo tra le parti

• l’impegno del GAS a quantificare i fabbisogni del singoli e pianificare gli acquisti come indicazione di massima per il produttore

La coproduzione è alternativa al paradigma fondamentale dell’economia dominante basata sulla separazione netta e definitiva tra i ruoli di consumatore e di produttore, come se un consumatore non producesse e un produttore non consumasse,

La stesura e la definizione del patto avviene attraverso:

• La visita ai produttori. La prima visita serve ad iniziare un rapporto, le successive servono per approfondire lo scambio di esperienze e per stabilire ulteriori obiettivi

• La scheda produttori aiuta a formalizzare il patto e a diffondere la cultura delle buone pratiche. La raccolta delle schede produttori è utile per “incrociare” i dati ed evitare errori nelle relazioni.

• Il prezzo sorgente stabilisce il valore di scambio dei beni e/o dei servizi. Non è stabilito dal “mercato” e non è un elemento di negoziazione del prezzo ma un’evidenza del “giusto valore”.